(appunti di viaggio)

Ca’ del Bosco, maggio 2017.EROI DI LUCE, 1991. Igor Mitoraj

 

Annunci

Distrattamente

È un gesto semplice, all’apparenza innocuo. Lo faccio senza pensarci, come se a lui non importasse.
Eppure, se sono stato bene, lo dove solo a lui. Gli indimenticabili momenti che ho gustato, li devo solo a lui. E invece di concedergli il meritato riposo dove so non si sentirà solo, ingrato e distratto ripeto incessantemente l’insano gesto dell’abbandono. A volte le mie dita si aprono lentamente, lasciandolo cadere nel vuoto di una vita ormai passata. Nei suoi occhi resta solo l’immagine annebbiata delle mie labbra. Altre volte invece la pressione delle dita è forte, e forte è la spinta che lo fa volare lontano dal mio sguardo, dal mio cuore. Ma il volo ha una fine e la fine si palesa in un brutale scontro con la dura realtà. Abbandonato a se stesso mi guarda pietoso. Mi allontano incurante. Un altro prenderà il suo posto.

.

.

firmato ……………….

anonimo tabagista ..

.

.

“Ma il mare non vale una cicca?”

.

.