Un merluzzo

Il fotografo è come un merluzzo, che depone un milione di uova perché se ne possa schiudere una.
George Bernard Shaw

Annunci

9 pensieri su “Un merluzzo

  1. Sono assolutamente d’accordo… anche se io preferisco quella di colui che spezza il pane fragrante e facendolo fa cadere un milione di briciole (per questo ho chiamato “le briciole di kalosf” la pagina facebook dove inserisco tutto quello che nel blog non trova spazio…:-)

    • La metafora del merluzzo dovrebbe far riferimento alle difficoltà (nonostante le apparenze ) che si incontrano nel realizzare una buona fotografia.
      Le 83 fotografie raccolte nel libro “The Americans” di Robert Frank sono il risultato di una selezione di 24000 foto scattate nell’arco di un anno. Una foto salva ogni 289 circa! Per dirla alla Cartier-Bresson “i provini sono pieni di scarti”.
      La metafora a cui tu fai riferimento penso abbia un significato differente ma non riesco a metterlo a fuoco. Mi puoi aiutare?
      p.s. Grazie per i tuoi apprezzamenti 🙂

  2. Una delle più grosse cazzate mai sentite sulla fotografia. Per un vero “fotografo” lo scatto che gli serve è soltanto uno e la fotografia che sarà esiste già bella e composta nella sua mente prima ancore di premere il pulsante di scatto.

    • Trovo interessante osservare i provini a contatto dei grandi fotografi, quelli dove è presente lo scatto diventato famoso. In certi casi si vede proprio come si sviluppa il processo creativo. C’è l’idea iniziale, alcuni scatti, poi si sposta, cambia inquadratura, poi qualcosa inizia a funzionare, ecco la foto giusta, poi ancora qualche scatto. Uno buono su 36. Certo, non è la regola, ma una pratica comune a molti fotografi storicizzati.

      • Non voglio entrare in polemica, ma una precisazione è d’obbligo. Il procedimento a cui ti riferisci è pratica comune quando si esegue un lavoro di “ricerca” , di racconto o di realizzazione creativa il cui esempio più immediato è la fotografia di moda, ma circoscritto per altre circostanze finalizzate ad un prodotto altamente professionale e commerciale pertanto. La fotografia, alla quale ti riferisci nel tuo blog e specialmente quella praticata all’epoca nel quale è stata scritta quella sciocchezza, mi sembra sia ben altra cosa.

  3. Effettivamente, senza pensarci troppo, ho decontestualizzato la citazione per adattarla alle mie esigenze interpretative (pensando ai fotografi dell’agenzia Magnum, per fare un esempio ).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...