Roger si chinò

Roger si chinò, prese una pietra, mirò, e la tirò a Henry, ma non lo colpì. La pietra, quell’avanzo di tempi lontanissimi, cadde nell’acqua cinque metri a destra di Henry.

Roger raccolse una manciata di pietre e cominciò a gettarle. Eppure c’era uno spazio intorno a Henry, forse cinque metri di diametro, dove non osava colpire: lì, invisibile ma forte, c’era il tabù della vecchia vita. Intorno al bambino accovacciato c’era la protezione dei genitori e della scuola, dei poliziotti e della legge. Il braccio di Roger era condizionato da una civiltà che non sapeva nulla di lui ed era in rovina.

William Golding, il Signore delle Mosche

golding

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...